Blog: http://dsoria.ilcannocchiale.it

ORIA RIDOTTA A UN GRANDE IMMONDEZZAIO

  Domenico D'Ippolito, consigliere DS

ORIA
– A distanza di pochi giorni dalla risposta del sindaco Cosimo Ferretti alle accuse lanciate dal consigliere dei democratici di sinistra Domenico D’Ippolito sulla gestione del servizio di nettezza urbana ad Oria, lo stesso esponente della Quercia replica ora al primo cittadino supportando con materiale fotografico la propria convinzione. 

               
“Altroché in miglioramento: il servizio di nettezza urbana a Oria offerto ai cittadini – ha tuonato D’Ippolito - è più che inefficiente. Le mie non sono polemiche strumentali e campate in aria così come sostenuto da Ferretti, e a testimoniarlo c’è il materiale fotografico che ho raccolto nei giorni scorsi. Immagini catturate di primo mattino e che testimoniano in maniera inequivocabile come il servizio non sia affatto migliorato sotto questa amministrazione così come paventato dal sindaco Ferretti. E non sarà certo una multa da 35 euro a un mezzo che perde liquidi per strada a risolvere l’annoso problema.

Ho accertato di persona quanto lamentato dai cittadini e ho riscontrato che la situazione è gravissima e, in alcuni quartieri, addirittura intollerabile. I cittadini sono stressati dalla grave situazione igienico-sanitaria che ormai da diverso tempo subiscono. Respirano aria maleodorante proveniente da cassonetti stracolmi, sudici e molti con enormi buchi sul fondo, rendendo la città invivibile, specie nella stagione estiva. Per non parlare poi dei mezzi utilizzati per la raccolta e il trasporto dei rifiuti che sono di vera fortuna ed ormai inadeguati al servizio.

Ho constatato personalmente che il contratto con la ditta appaltatrice prevedeva, durante il periodo estivo, un lavaggio periodico di almeno due volte a settimana, cosa che non è stata fatta. Mi chiedo, indignato, come sia possibile che l’Amministrazione Comunale, nonostante ogni anno incassi la tassa per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani non si preoccupi di controllare la qualità del servizio offerto. I cittadini che pagano questa tassa meritano un servizio migliore”.

"Pertanto, invito ancora una volta il Sindaco ad abbandonare i problemi interni della sua maggioranza, che impediscono la nomina di un assessore al ramo, e a gestire l’incresciosa situazione, adottando misure urgenti, con la convocazione, ad esempio, di un tavolo ad hoc per la rivisitazione della convenzione e del capitolato d’appalto con la ditta “consorzio Dasta”, e proponga altresì di prendere in seria considerazione, durante la rivisitazione della convenzione, la possibilità di prevedere riduzioni ed agevolazioni per i soggetti più disagiati”.

Pubblicato il 20/9/2006 alle 0.1 nella rubrica Cosa succede in città?.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web